Firma Digitale Aruba: rinnovo, assistenza, guida all’utilizzo e download del software, costo e problemi frequenti

Informazioni e supporto per la gestione della Firma digitale Aruba…

Molto spesso può capitare di confondere il concetto di firma digitale con un altro strumento, ovvero la PEC. Prima di andare a descrivere nel dettaglio le offerte di Aruba per quanto riguarda la firma digitale, è necessario fare delle precisazioni. In primo luogo, si tratta di uno strumento più facile da utilizzare di quanto si pensi. Come si può facilmente intuire dal nome, è un prodotto che può rivelarsi decisamente utile, perchè consente di firmare tutti quelli che sono i documenti digitali, assegnandoli anche un valore legale. Questo strumento si basa principalmente su tre fattori: l’integrità, l’autenticità (in quanto dimostra l’identità della persona che va a firmare il documento”) e il concetto di “non ripudio”. In poche parole, questo strumento impedisce che un documento digitalmente firmato venga in qualche modo rinnegato da parte di colui che ha posto la firma. Inoltre, questo prodotto è utile non solo ai professionisti, ma anche ai privati, a tutti noi comuni mortali. Come già accennato in precedenza, la firma digitale non deve essere confusa con la PEC. Quest’ultima infatti assegna un valore legale solamente a quelle comunicazioni che vengono effettuate via e non serve per firmare i documenti. Inoltre, c’è un’importante differenza economica tra i due strumenti, in quanto la firma digitale costa di più rispetto alla PEC.

Firma Digitale Aruba: come funziona

Per chi ha deciso di acquistare un kit utile per la firma digitale, Aruba rappresenta senza dubbio la soluzione ideale, soprattutto per la sua enorme quantità di offerte. Ma procediamo con ordine e andiamo ad analizzare nel dettaglio come funziona una firma digitale Aruba. Il primo passaggio da effettuare è quello di procedere con l’acquisto del kit relativo alla firma digitale: come già accennato in precedenza, di questi kit forniti da Aruba in circolazione ce ne sono veramente tantissimi e presentano anche dei costi differenti. Generalmente, comunque, tutti questi kit sono composti da determinati elementi: in primis, è inclusa una smart card (in versione carta di credito oppure sotto forma di una Sim card). All’interno di questa smart card sono presenti i CNS e i certificati di firma. Nel kit è presente anche uno specifico lettore di smart card e anche in questo caso vengono proposti due differenti formati: quello da scrivania oppure USB. In base al kit che viene scelto, il software di firma può essere scaricato direttamente dal sito di Aruba oppure può essere fornito di serie. Il procedimento di acquisto del kit prevede diverse fasi: durante una di queste, viene richiesto di verificare l’identità. Si tratta di una operazione di fondamentale importanza per poi andare ad attivare i certificati di firma. Questo processo di identificazione può essere eseguito a domicilio, all’interno degli uffici pubblici oppure negli uffici dei corrieri. Solamente dopo aver effettuato questi passaggi (ovvero ricevuto il kit ed eseguita la verifica dell’identità), bisogna procedere con l’attivazione del kit stesso. In che modo? Semplicemente collegandosi al sito internet di Aruba, dove devono essere inserite tutte le informazioni e i dati che vengono richiesti. Nel caso in cui venisse acquistato un kit che non comprende il software relativo alla firma digitale, bisogna per forza di cosa scaricarlo. Anche in questo caso, per effettuare questa operazione è necessario collegarsi alla pagina web dell’azienda e poi si può tranquillamente procedere con il download. Inoltre, è possibile anche che il kit abbia bisogno di determinati driver per completare il procedimento. Nel caso in cui il vostro pc non ne fosse dotato, è necessario scaricare anche quelli. Fortunatamente però sia i driver che i software vengono offerti gratuitamente e dunque non deve essere sborsato nemmeno un centesimo. Una volta effettuati tutti questi passaggi si può finalmente usare il kit che si è acquistato, in modo tale da poter utilizzare anche la firma digitale Aruba. Infine, un ultimo fattore da tenere in considerazione è quello relativo al rinnovo: ogni quanto tempo bisogna rinnovare il certificato della firma? La risposta è semplice: ogni tre anni dal giorno in cui è stato effettuato l’acquisto è necessario procedere con il rinnovo. Anche in questo caso, tutte le istruzioni da seguire e informazioni del caso si possono trovare facilmente sul sito ufficiale di Aruba, messo a disposizione di tutti per qualsiasi tipo di problema.

Firma Digitale Aruba: le offerte e i costi

In precedenza, vi abbiamo anticipato che Aruba mette a disposizione dei propri clienti e di coloro che hanno la necessità di acquistare un kit per la firma digitale un gran numero di offerte da tenere in considerazione e da valutare in base a quelle che sono le proprie esigenze. Ovviamente, ciascun kit possiede delle determinate caratteristiche, con un prezzo che può variare in virtù di diversi fattori. Partiamo da Aruba Key: si tratta, nello specifico, di una chiavetta USB con una memoria di 2 GB, che comprende tutti gli elementi necessari per poter procedere con la firma digitale dei documenti. In primo luogo, in questo kit è presente una smart card che comprende un certificato di firma qualificato e il certificato di autenticazione CNS (che, come detto in precedenza, hanno una durata pari a tre anni). Ma non solo: nel kit sono inclusi anche le applicazioni per firmare e verificare tutti i documenti e anche altri programmi, come ad esempio il browser Mozilla Firefox, il lettore PDF Read e il client email Mozilla Thunderbird. Aruba Key è compatibile praticamente con tutti i principali sistemi operativi dei computer (da Windows a MacOS, passando anche Linux) e, questo è un fattore molto importante, non necessita dell’installazione di altri driver. E il costo? Per questo specifico prodotto devono essere sborsati 61 euro più IVA, a cui vanno aggiunti ulteriori dieci euro relativi ai costi di spedizione. Viene però data la possibilità di acquistare solamente la key senza la smart card: in questo caso, diminuisce anche il prezzo, che si abbassa a 40 euro più IVA.

Una seconda soluzione da considerare viene fornita da Token USB Aruba: anche in questo caso, come nel caso precedente, si tratta di una chiavetta USB che comprende anche la smart card al cui interno sono presenti il certificato di autenticazione CNS (sempre dalla durata di tre anni) e il certificato di firma qualificata. A differenza del modello precedente, devono essere scaricati i driver e anche il software di firma: per effettuare questo passaggio, come descritto in precedenza, ci si deve collegare direttamente al sito internet di Aruba. Il costo è leggermente inferiore rispetto al prodotto descritto prima, in quanto il prezzo di Token USB Aruba è pari a 42 euro più IVA, a cui vanno aggiunti altri dieci euro per quanto riguarda i costi di spedizione. Anche in questo caso, si può comprare soltanto il token senza la smart card: il costo di questa versione ridotta scende a venti euro più IVA.
Andiamo avanti con un’altra proposta di Aruba: ci riferiamo, nello specifico, a Smart Card + Lettore  Aruba. Entrando maggiormente nel dettaglio, si tratta di un kit che è formato da un lettore di smart card da tavolo e da una smart card in formato carta di credito, al cui interno, come al solito, contiene i certificati di firma digitale e di autenticazione CNS (la durata è sempre pari a tre anni, poi è necessario provvedere a rinnovarli). La presenza di un lettore fa presupporre che l’utilizzo di questo kit è prevalentemente da desktop. Anche in questo caso, è necessario scaricare i driver e il sofware di firma, che vengono offerti (come anche per Token USB) in maniera totalmente gratuita. Il costo è simile rispetto a quello di Token USB, considerato che per portarsi a casa questo kit è necessario sborsare esattamente 40 euro più IVA, con un ulteriore supplemento di dieci euro per le spese di spedizione. Anche in questo caso, si può acquistare una versione ridotta: si può infatti comprare, a 15 euro più IVA, solamente il lettore di smart card. Ma non è finita qui. Viene infatti messa a disposizione solamente la smart card in formato SIM oppure carta di credito, in cui comunque sono presenti i certificati di autenticazione CNS e di firma digitale (la durata, ormai non è più un mistero, è sempre la solita di tre anni). Questa particolare soluzione è rivolta soprattutto a coloro che possiedono già un lettore di smart card e vuole in questo modo provare a risparmiare qualcosa sull’acquisto del kit per la firma digitale Aruba. Per quanto riguarda il software di firma, anche in questo caso è necessario effettuare il download separatamente collegandosi al sito internet dell’azienda. Il costo, come si può facilmente intuire, è decisamente inferiore rispetto a tutti gli altri modelli descritti fino a questo momento , in quanto il prezzo è pari a 25 euro più IVA, a cui vanno aggiunti i soliti dieci euro per la spedizione. Chiudiamo con il kit di firma remota Aruba: questa è la soluzione ideale per firmare in maniera digitale tutti i documenti senza dover necessariamente utilizzare smart card fisiche oppure chiavette USB. Come funziona dunque questo specifico prodotto? Tutte le operazioni vengono effettuate da remoto attraverso una sorta di smart card “virtuale”, una password OTP (da generare tramite app, SMS oppure dispositivo OTP, che è uno strumento simile alle classiche chiavette fornite dalle banche per generare PIN usa e getta) e infine uno specifico software di firma digitale. Il costo di questo prodotto è di 36 euro più IVA, ai quali vanno aggiunti altri sette euro che corrispondono alle spese di spedizione.

Firma Digitale Aruba: come attivarla

Una volta che viene scelto il tipo di kit che si vuole utilizzare, si può procedere con l’acquisto della firma digitale Aruba. In che modo? Semplicemente collegandosi al sito internet dell’azienda! Inizialmente, dopo aver deciso quale offerta usare, si deve cliccare sul pulsante “Aggiungi al Carrello” e successivamente su “Procedi con l’ordine”. A questo punto, se ancora non lo si possiede, è necessario creare un account Aruba e poi, dopo aver effettuato l’iscrizione, si devono compilare tutti i moduli che vengono proposti inserendo tutti i vari dati e informazioni che vengono richieste. Oltre ai dati personali, è necessario fornire anche quelli relativi ad un documento di identità validi. Dopo aver scelto in che modo verificare la propria identità, si può procedere con l’attivazione del kit. Esistono tre diverse modalità per poter eseguire questa operazione. In primis, si può procedere con l’identificazione de visu presso un Pubblico Ufficiale: se si sceglie questa modalità, è necessario recarsi direttamente in Comune con un documento di identità valido e con tutta la documentazione che viene fornita via mail direttamente da Aruba. Successivamente, bisogna farsi identificare da un Pubblico Ufficiale e si dovrà anche autenticare la richiesta di firma digitale attraverso una marca da bollo, che deve essere acquistata separatamente. Ma ancora non è finita: una volta effettuati questi passaggi, si deve inviare tutta la documentazione firmata ad Aruba, che poi potrà provvedere con l’attivazione del kit. La seconda modalità relativa all’autenticazione della firma digitale Aruba è l’identificazione de visu presso Mail Boxes Etc: come si può facilmente intuire, se si sceglie questa soluzione, si può far arrivare il kit Aruba che è stato scelto direttamente in una delle sedi di Mail Boxes Etc. In questo modo, si può procedere direttamente con l’identificazione in quel luogo: anche in questo caso, per poter completare tutte le operazioni, è necessario avere con sé un documento di identità valido è inoltre si deve pagare anche una piccola somma di denaro. Infine, esiste anche una terza ed ultima modalità: stiamo parlando dell’identificazione de visu a domicilio. Se si sceglie questa strada, l’identificazione può essere tranquillamente effettuata dal postino che ha il compito di consegnare il kit Aruba a casa. Anche in questo caso, comunque, si deve fornire un documento di identità e firmare tutti i vari documenti che vengono forniti. Dopo aver scelto il proprio metodo di identificazione, si può procedere con il pagamento del kit (che può essere effettuato anche con una carta di credito prepagata) e poi non si deve fare altro che attendere con pazienza che il kit selezionato giunga nel luogo che è stato selezionato in precedenza. Una volta ricevuto tutto il materiale, bisogna procedere con l’attivazione pratica del kit: anche in questo caso, per completare la pratica, è necessario collegarsi al sito internet di Aruba, selezionare il tipo di kit che è stato acquistato e infine cliccare sul pulsante “Attiva”. Ancora non è finita: una volta fatto ciò, comparirà una maschera in cui si deve inserire il proprio codice fiscale e il codice seriale della smart card che è presente nel kit e successivamente su “Prosegui”. A questo punto, si deve inserire il codice di attivazione personale ricevuto via SMS e il gioco è fatto: il kit è attivato!

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi questo articolo:

Firma Digitale Aruba: rinnovo, assistenza, guida all’utilizzo e download del software, costo e problemi frequenti

firma digitale aruba

Firma Digitale Aruba: rinnovo, assistenza, guida all’utilizzo e download del software, costo e problemi frequenti

Nuova Legge sul Divorzio 2019

Nuova Legge sul Divorzio 2019: novità divorzio breve, cosa cambia in Italia tra la legge 1970 e quella aggiornata